Il desiderio dell’Associazione Newman è quello di proporre a tutti un tentativo di un’esperienza culturale viva, non arroccata in un apriori ideologico che si muove pianificando ciò che deve accadere secondo idee, progetti, o valori prestabiliti. Tutti gli eventi ed incontri dell'Associazione Newman nascono infatti in forma spontanea, come frutto di intuizioni, ispirazioni e domande, liberamente proposte all'Associazione, e da essa valorizzate e integrate in un percorso di lavoro culturale (senza alcuna selezione o filtro, perché non c'è dettaglio del reale che non ci interessa, e che non sia in qualche modo legato al Tutto). 

Se molto libera e coraggiosamente aperta a guardare e seguire ciò che accade, al contempo, la Newman non vuole rinunciare al compito imprescindibile di dare un giudizio su quello che vede accadere. Questo, in particolare, consiste per noi nell’identificare, raccogliere e ordinare le ‘limature di verità’ emerse nei vari eventi ed incontri organizzati dall’Associazione, che sono dunque intesi come tappe di un cammino che si sviluppa nel tempo.

Strumento di questo giudizio è la Sintesi mensile, che ha lo scopo di riflettere in modo ordinato su quello che è emerso di significativo nel periodo precedente. Siamo convinti che questo lavoro critico di giudizio sull’esperienza vissuta sia l’unico modo vero per creare cultura e sviluppare un’identità – un’identità storica, dinamica, aperta, mai statica. L’elaborazione di “una visione culturale” per noi non è infatti un mettere “carne” in un apriori che deve essere dimostrato ed argomentato (come se si riempisse un sacco o in vaso) ma il comporsi riconosciuto di “trame di realtà”. L’insieme di queste “trame” concorre al disegno di un organismo, fatto di idee, giudizi, esperienze che vanno ad identificare e a sviluppare l'identità del soggetto.

 

Il cuore e il motore dell’Associazione è dunque un’amicizia che si raccoglie per una curiosità verso il reale e un giudizio appassionato su di esso, vitale per l'esistere, e teso a riconoscere la Verità in azione. È solo questo riconoscimento che dona certezza – una certezza, non posseduta acriticamente o ideologicamente, che ha il coraggio di verificarsi continuamente nell’incontro con l’interezza del reale in tutti i suoi aspetti. La certezza, cioè, di un cercatore d’oro che ha intuito la presenza di un grande filone nel bacino di un fiume, e ogni giorno si getta nel fango in cerca di nuove pagliuzze, per verificare e confermare ogni giorno la presenza dell’oro, e avvicinarsi sempre di più alla vena aurifera.

1.

Luglio – Dicembre 2020

2.

Gennaio 2021

3.

Febbraio 2021

4.

Marzo 2021

5.

Aprile 2021